.
Annunci online

  luiginoscricciolo
 
Diario
 


 

20 anni in attesa di giustizia
dal sindacato al carcere
imputazione spionaggio


prefazione di Mario Capanna

nelle migliori librerie
o sul sito
www.memori.it






3 luglio 2007

Solidarietà alla giovane Ettaib. Italia e sharia

Londra è nuovamente sotto il terrore delle bombe islamiche. Nelle Filippine il Fronte Islamico, usando tutte le forme di terrorismo, cerca l’indipendenza. I mussulmani islamici dopo aver terrorizzato e ucciso a Timor aumentano la pressione interna verso tutte le etnie cattoliche o non islamiche in Indonesia. In Irak, le comunità non mussulmane sono sotto la pressione delle bande islamiche. Questo accade anche a Gaza dove le donne sono velate, si sogna la guerra santa contro gli infedeli e la sharia come forma di governo.  Bombe anche in Libano. La furia del fondamentalismo ha colpito ieri in Algeria, Egitto, Turchia ed oggi in Yemen. Si rafforza in Somalia. Sarà ora di prendere atto del carattere della religione mussulmana che punta alla sconfitta dei moderati in Medio Oriente e la fine di ogni possibilità di libertà di stampa, di opinione, religione e sindacale. Addio diritti umani. In Italia, la responsabile delle donne marocchini Ettaib è aggredita perché difendeva i diritti della giovane pachistana Hina assassinata dal padre perché contaminata dalla cultura occidentale. In Italia! 900mila sono i mussulmani in Italia e fanno proselitismo tra gli italiani con oltre 10mila convertiti. Sarà ora di prendere misure nette: chiudere le moschee ove si inneggia alla guerra santa verso gli ebrei, i cristiani ed i “nemici dell’Islam” o dobbiamo attendere che i diritti costituzionali siano calpestati e le comunità islamiche siano gruppi ove la legge costituzionale non ha spazio?




permalink | inviato da luigino.scricciolo il 3/7/2007 alle 12:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


3 luglio 2007

Raffaele Striano ci ha lasciato

Raffaele Striano è morto il 28 giugno in un incidente automobilistico (uno scontro frontale in galleria presso Sapri, città di suo padre dove ora è sepolto). Siamo vicini in questo momento a Selene e ai figli.Tra i fondatori di Radio città futura, attivo nei movimenti, vogliamo ricordarlo. E nel dolore, un piccolo raggio di luce: in un'epoca in cui tutto si brucia e si consuma al ritmo imposto dalla società dello spettacolo - della quale Raffaele era un consapevole adepto - quelle poche pagine di bilancio della parte politica della sua vita diventano straordinariamente grandi e importanti. Chiamiamolo il suo "testamento" politico o un "ponte" con il presente come scrive Massari.




permalink | inviato da luigino.scricciolo il 3/7/2007 alle 10:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


2 luglio 2007

Giornalisti e schiene curve

Mika Brzezinski, conduttrice della trasmissione Morning Joe della rete Msnbc, ha dimostrato di essere una giornalista, si è rifiutata di dare come prima notizia la scarcerazione di Paris Hilton. Mika è diventata la notizia. Un giornalista libero è un evento mondiale. Da noi la notizia sull’incriminazione di poliziotti per la morte di Aldrovando viene dopo la fine delle nozze di Ricucci-Falchi o Fini e sua moglie. Chissenefrega delle veline, delle dichiarazioni a raffica su tutto dei politici di sinistra e di destra. Personalmente fui oggetto di una gogna mediatica durata 2 anni, con i giornalisti della cronaca che ricevevano notizia dalla Procura. Oggi dopo 20 anni sono stato prosciolto. Ebbene, la notizia non è uscita neanche su Il manifesto. Ma la rete mi aiuta.




permalink | inviato da luigino.scricciolo il 2/7/2007 alle 10:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


2 luglio 2007

Prodi ed il precariato

 

Il Presidente precario Prodi ha riaffermato che la lotta al precariato è priorità del Governo. Beppe Grillo si chiede “allora perché il precariato sia così diffuso proprio nel pubblico impiego. Sono precari, oltre ai soliti insegnati, anche coloro che forniscono informazioni per gli enti previdenziali, gestiscono l’informatica e la comunicazione, il lavoro, le pensioni. Un paradosso.”  http://www.beppegrillo.it/2007/06/stato_precario.html




permalink | inviato da luigino.scricciolo il 2/7/2007 alle 9:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

sfoglia     giugno   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5  >>   agosto
 

 rubriche

Diario

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

memori
enrico pili
sud est asiatico
federico rampini
pino scaccia
baghdadcafe
gull
rassegna stampa
ediesse
osservatorio balcani
outre terre
diritti genetici
sud est asiatico
Daniele Segre

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom